domenica, Novembre 27, 2022
HomeSalute e BenessereCalvizia uomo, le nuove cure alternative, ecco quali sono

Calvizia uomo, le nuove cure alternative, ecco quali sono

La calvizie androgenetica, che è quella che riguarda l’uomo, è un fenomeno molto diffuso. Tantissimi uomini soffrono di calvizia precoce e si chiedono come prevenire la caduta dei capelli: a questa domanda ci sono molte risposte. Nell’uomo la perdita dei capelli è una situazione molto diffusa e in questo campo si sono fatti moltissimi progressi, sia per prevenire questa caduta, che per limitarla quando è in atto, che per intervenire una volta che i capelli sono caduti. La calvizie nell’uomo può essere ricondotta a diversi fattori, ci può essere la calvizia ereditaria o situazioni, scompensi e malattie che possono comportare una perdita eccessiva di capelli. Tanti motivi diversi, per cui però ormai ci sono moltissime cure, dalle più standard come il trapianto a quelle alternative, che stanno prendendo sempre più piede. Andiamo dunque a capire quali sono.

Perdita capelli: le nuove cure per la calvizia uomo

Come detto, ci sono diversi rimedi per curare la calvizie precoce. Purtroppo non ci sono schemi fissi e capire a che età si perdono i capelli è molto difficile perché ciò dipende da tantissimi fattori diversi. Uno dei rimedi più famosi e in voga è quello del trapianto, che negli ultimi anni ha fatto passi da gigante. Se qualche anno fa i trapianti riusciti erano molto pochi e i risultati spesso erano anche non troppo belli da vedere, oggi il trapianto è una tecnica rodata e che da risultati importanti. Il paese maggiormente all’avanguardia nel trapianto di capelli è la Turchia, ma ormai ci si può sottoporre a questa operazione praticamente ovunque, ci sono sempre più cliniche specializzate che lo offrono e le soluzioni a disposizione sono davvero tante. Oggi anche la soglia del rigetto è diminuita parecchio, anche se ci sono comunque casi in cui purtroppo il trapianto non riesce ad attaccare o dopo qualche anno i capelli tornano a cadere.

Il trapianto è chiaramente la cura più invasiva che ci sia e rappresenta una sorta di ultima spiaggia cui ricorrere quando i capelli sono ormai caduti. Nella fase di caduta però ci sono alcune cure che si possono fare e la più diffusa è quella con la finasteride, un farmaco che agisce a livello ormonale, bloccando appunto l’ormone responsabile della caduta dei capelli, in quanto indebolisce i follicoli piliferi. La finasteride è una farmaco che agisce sul lungo, la cura può richiedere anni, ma già dopo qualche mese i risultati possono essere visibili. È altamente sconsigliato assumere la finasteride senza il consulto di un medico perché può avere serie controindicazioni, soprattutto nei maschi giovani.

Rimedi naturali

Infine, ci sono anche dei rimedi naturali, che combattono però forme lievi o moderate di calvizie. Perdere tanti capelli dovrebbe portare a cure più specifiche, ma nei casi più leggeri, che non siano una perdita di capelli a chiazze o forme più aggressive, si possono anche usare rimedi naturali, come il te verde, la vitamina B6, la Serenoa Repens o l’acido azelaico. Si tratta, ricordiamo, di rimedi per calvizie lievi. Se vi chiedete “Perché perdo tanti capelli”? Tendenzialmente è meglio sempre ricorrere a una visita specialistica per avere ben chiaro il quadro della situazione.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments